Laboratorio ANN VAN HOEY. FAST POTS

Uno dei rischi connessi al lavoro di curatore è la tendenza a classificare gli artisti in categorie. Quasi tutti i curatori passano molto tempo a catalogare gli artisti in scatole mentali che poi vengono sorteggiati e affiancati affinché si stabilisca una certa gradevole armonia. Ann Van Hoey è un caso a parte, perché non può essere messa ordinatamente in una sola scatola, ma potrebbe prendere posto in tante scatole – designer, ceramista eccelsa, artigiana della terra, affabulatrice, fiore a sviluppo tardivo, anarchica nell’armadio.

di Garth Johnson

Thank you!

I will keep you up-to-date